Quando un fumetto fa la differenza | AccademiaVino

AccademiaVino

Corsi di degustazione per principianti e sommelier - Corsi WSET in Italia

Quando un fumetto fa la differenza

Dom, 12/02/2012 - 16:08 - Flavio Grassi

Oggi vi parlo dello strano caso di un grande vino italiano che probabilmente potete trovare con maggior facilità a Tokyo, Osaka o Yokohama piuttosto che a Milano, Roma o Torino.

Il vino si chiama Contrada di Concenigo.

È l'unico rosso prodotto da Bellenda. Un'azienda che ha la sede a Carpesica, una frazione di Vittorio Veneto.

E che, come la maggior parte delle cantine di questa zona produce soprattutto spumanti, Prosecco ma anche altre tipologie.

Questo vino, come altri della cantina, era esportato in Giappone da diversi anni. Era apprezzato, ma si trattava sempre di piccoli quantitativi.

Finché un giorno il titolare dell'azienda, Umberto Cosmo, si è visto arrivare dall'importatore giapponese un ordine enorme rispetto a quelli precedenti. Il suo primo pensiero è stato che si trattasse di un errore.

E invece no.

Era merito di un manga.

Un fumetto intitolato "Kami no Shizuku", «Le gocce di dio». Le storie ruotano intorno a un Shizuku, un giovane sommelier la cui missione è trovare i dodici «Discepoli».

I quali altro non sarebbero che i vini più pregiati al mondo.

E lo sconosciuto vino veneto si è trovato a sorpresa citato insieme alle vette dell'enologia mondiale che Shizuku incontra nella sua ricerca.

Da allora è stato tutto un crescendo. Con un'appendice in Corea quando ha cominciato a uscire l'edizione locale del manga.

Risultato: delle cinquantamila bottiglie che i vigneti di Carpesica permettono di produrre, oggi qualcosa come quarantacinquemila, il novanta per cento, prendono la via del Giappone.

Le cinquemila che rimangono sono ripartite in parti uguali fra la Corea e il mercato nazionale.

E allora, che cos'ha di tanto speciale questo vino?

È buonissimo.

È fatto con le uve del classico "taglio bordolese", merlot, cabernet sauvignon e cabernet franc. Con in più il marzemino tipico del nord-est italiano. Tutte provenienti da vigneti su una collina molto fredda in inverno e calda ma ventilata in estate.

Dopo la vinificazione è affinato per circa un anno in piccole botti di rovere.

Quello dell'annata 2007 è un vino robusto ma fresco e vellutato, con profumo di frutti di bosco, amarena e violetta.

Davvero un gran vino. Se vi capita di passare per Tokyo, vale la pena di portarsene a casa un paio di bottiglie.

Oppure potete chiedere all'azienda dove trovarlo senza andare così lontano.

Colli di Conegliano Doc Rosso
"Contrada di Concenigo" 2007
Bellenda

Informazioni: www.bellenda.it