Un nuovo pezzo di Bordeaux diventa cinese | AccademiaVino

AccademiaVino

Corsi di degustazione per principianti e sommelier - Corsi WSET in Italia

Un nuovo pezzo di Bordeaux diventa cinese

Da Redazione, 13/04/2018 - 10:53

Con l’acquisizione di una cantina con circa 40 ettari di vigneti nella zona di Entre-Deux-Mers continua senza sosta l’avanzata delle proprietà cinesi nella più grande regione vitivinicola francese.

Decanter riferisce che la Vineyards Bordeaux del gruppo Christie’s International Real Estate ha annunciato la vendita del Château de Lagorce, che produce Bordeaux Rosso nel comune di Targon, a una società di distribuzione di vini cinese, la Scea Degore, ad un prezzo che non è stato reso noto.

La proprietà apparteneva alla famiglia Mazeau dal 1928 e il venditore, Benjamin Mazeau, l’ha ereditata da sua madre nel 1985. Mazeau dichiara di essere molto legato alla proprietà in cui ha trascorso tutta la sua vita, ma è anche felice che la sua squadra continui a prendersi cura del Château de Lagorce con un nuovo ed eccellente direttore, al quale si affiancherà nei mesi di transizione.

Il direttore degli investimenti della Scea Degore, Lin, ha assicurato che il nuovo proprietario continuerà a distribuire i vini ai clienti abituali pur volendo iniziare a sfruttare anche i suoi canali di distribuzione in Cina.

Anche se alcuni ritengono che alcune di queste acquisizioni possano tornare sul mercato in tempi relativamente brevi, si stima che a settembre 2017 aziende cinesi fossero proprietarie di almeno 160 châteaux. Il solo Jack Ma, miliardario fondatore di Alibaba, per esempio, è proprietario di almeno una dozzina di châteaux, e di certo lui non è interessato a speculazioni mordi e fuggi. E in ogni caso, anche quest’anno, durante la frenetica settimana di Bordeaux en primeur, i più numerosi fra i visitatori che affollavano le degustazioni e animavano le contrattazioni sono arrivati dalla Cina. Tutti segnali che la Red Obsession cinese per i vini di Bordeaux non accenna a diminure.

 

Category: